fbpx

Quali sono i vantaggi di avere un condizionatore multisplit?

er rispondere in modo esaustivo alla domanda è bene prima sapere esattamente di cosa stiamo parlando: nel SISTEMA MONOSPLIT vi è una unità interna collegata a una esterna; nel SISTEMA MULTISPLIT, invece, vi sono fino a cinque unità interne collegate a una sola unità esterna.


Chiarito questo, il condizionatore monosplit è la soluzione ideale per chi ha la certezza, tanto nel presente quanto nel futuro, di utilizzare una sola fonte di raffrescamento e riscaldamento all’interno del proprio appartamento. In tutti gli altri casi il nostro consiglio è quello di scegliere un condizionatore multisplit
per almeno 8 motivi:


1) E’ l’unica soluzione possibile per chi desidera raffrescare o riscaldare più stanze ma non possiede lo spazio sufficiente per inserire tutte le unità esterne. In questo modo viene ottimizzato lo spazio e vengono eliminati gli ingombri.
2) L’impatto visivo da fuori è minore. Diciamo la verità: avere sul muro esterno tre, quattro o cinque unità esterne non premia sicuramente l’estetica della facciata di casa.
3) E’ molto più silenzioso in quanto vi è una sola fonte esterna di rumore anziché varie. I vicini ringraziano.
4) E’ più facile da gestire lo scarico della condensa.
5) Ci sono minori consumi in stand-by in quanto non viene sommato il consumo di ogni monosplit.
6) Occorre una minore manutenzione non avendo il doppio o il triplo dei compressori, dei ventilatori, delle schede elettroniche
7) E’ una soluzione eco-friendly: si risparmia fino al 42% di refrigerante!
8) In prospettiva futura risulta più economico. Chi necessita oggi di una unità interna ma per gli anni a venire programma di aggiungerne una seconda o una terza può optare direttamente per un sistema multisplit a tre attacchi. L’unità esterna è già pronta, la seconda o la terza interna si può installare in qualsiasi momento!

Per queste ragioni possiamo affermare che il condizionatore multisplit è senz’altro la scelta migliore per chi installa, o progetta di installare, più di un climatizzatore nella propria abitazione.

A onor del vero bisogna anche dire che optare per il monosplit offre alcuni vantaggi interessanti. Il primo tra tutti in termini di potenza: l’unità interna può utilizzare tutti i BTU perché la sua capacità è uguale a quella dell’unità esterna; nel dual split, invece, generalmente non è possibile utilizzare tutta la potenza dell’unità esterna se entrambe le macchine sono in funzione. Secondariamente gli impianti multisplit sono più complessi da installare perché richiedono maggior lavoro di collegamento che, a sua volta, comporta costi più alti. Infine il monosplit è versatile per natura.
Negli ambienti particolarmente grandi si potrebbe aver bisogno di impianti molto potenti da 18000 o 24000 BTU, che sono venduti solo come monosplit. A voi dunque l’ardua sentenza: meglio monosplit o multisplit?